Analisi Olfattometriche

Per la misurazione della concentrazione di odore si ricorre all’analisi olfattometrica secondo la norma UNI EN 13725:2004: “Qualità dell’aria – Determinazione della concentrazione di odore mediante olfattometria dinamica”.
La norma è la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 13725 (edizione aprile 2003). La norma specifica un metodo per la determinazione oggettiva della concentrazione di odore di un campione gassoso utilizzando l’olfattometria dinamica con esseri umani quali valutatori; il metodo si applica alle emissioni di odore da sorgenti attive puntuali (camini) o areali attive e diffuse (biofiltri, cumuli, vasche). L’obiettivo principale è quello di fornire una base comune di valutazione oggettiva delle emissioni di odore in tutti i Paesi dell’Unione Europea.
Presso la nuova sede del Polo Tecnologico di Pavia è stato allestito un Laboratorio di Analisi Sensoriale, che applica rigorosamente la Norma Europea EN 13725 per il campionamento delle arie osmogene, la conservazione dei campioni, il reclutamento e la selezione dei panelisti, l’esecuzione delle prove e la determinazione della concentrazione di odore.
Da luglio 2012 viene utilizzato un olfattometro a diluizione dinamica Scentroid mod. SS600 e panel di sei valutatori in modalità di scelta binaria forzata.
Il laboratorio olfattometrico consente inoltre la valutazione e riconoscimento del tono edonico (gradevolezza) e della qualità dell’odore secondo la VDI 3882 parte 2, e la valutazione dell’eventuale difetto organolettico derivante agli alimenti dal contatto con gli imballaggi secondo UNI 10192:2000 metodo C.
I campioni da sottoporre al panel vengono preventivamente analizzati con la tecnica GC/MS per escludere la presenza di sostanze tossiche o irritanti che potrebbero nuocere ai rinoanalisti.